Bambino di 10 anni ricoverato per tetano

Non accadeva da 30 anni, il bimbo non è in pericolo di vita

È successo in Sardegna, un bambino di 10 anni è stato ricoverato presso l’ospedale di San Martino di Oristano nell’Unità operativa di Pediatria. Era in vacanza con la famiglia e a dare origine al tutto sarebbe stata una caduta dalla bicicletta che gli aveva procurato una ferita alla fronte, prontamente curata in un ospedale della penisola, dove era stato consigliato anche di effettuare una terapia con immunoglobulina antitetanica. Richiesta però rifiutata.

Questo ha favorito al tetano di svilupparsi, portando così il bambino ad arrivare all’ospedale di Oristano con la malattia in fase avanzata. Ciò che ha fatto allarmare i medici sono stati i sintomi che il ragazzo ha riscontrato come la paralisi facciale.

Il direttore dell’Unità di Pediatria, Giovanni Zanda, è rimasto sorpreso: “E’ un caso di assoluta rarità, è una malattia, non contagiosa, che si può considerare sostanzialmente scomparsa in Italia fra i bambini grazie alla vaccinazione antitetanica. Come ci hanno confermato dall’Istituto Superiore di Sanità e dall’ospedale Gaslini di Genova, specializzato nella cura dei pazienti pediatrici, non si registrano più casi di tetano fra i piccoli ormai da trent’anni. La vicenda ripropone il tema della scelta dei vaccini”.

Il bambino non è in pericolo di vita e le sue condizioni stanno migliorando anche se rimangono alcuni sintomi come contrazioni muscolari.

Andrea Angileri