CIA: “Trump ricattabile dal cremlino”

Le recenti informazioni classificate presentate al presidente uscente Barack Obama dai servizi segreti USA riferirebbero che Mosca avrebbe in mano informazioni compromettenti sul neo capo di stato Donald Trump. Alla bufera si aggiungono le indiscrezioni del New York times che definirebbe tali informazioni “di natura Volgare”.
Pronta la smentita di Trump che, con un tweet, afferma “Notizie false. Una vera e propria caccia alle streghe politica”.

Anche il Mosca risponde alle accuse: “No, il Cremlino non ha informazioni compromettenti su Trump” – dice Peskov (portavoce di Putin ndr)- “E’ assolutamente una bufala, un’assoluta montatura, una completa fesseria. Il Cremlino non si occupa della raccolta di informazioni compromettenti. Ciò si chiama pulp fiction

Infine Peskov sottolinea il fatto che non avrebbe neanche informazioni shock sulla Clinton.

Ovviamente il tutto rimane nella più totale indeterminatezza, si rimane in attesa di eventuali  sviluppi.

Simone Tardiola