Al via nel 2026 il Mondiale XL, la Fifa approva la nuova formula a 48 squadre

Il Consiglio della Fifa, a Zurigo, ha approvato all’unanimità la nuova formula della fase finale del torneo. Dopo quello del 2018 in Russia e del 2022 in Qatar, nel 2026, ci sarà il primo Mondiale a 48 squadre, anziché 32, previste sin da Francia ‘98.

La nuova formula, voluta fortemente dal presidente della Fifa Gianni Infantino, porterà, quindi, un sostanziale aumento delle nazionali partecipanti, spartite in 16 gironi da 3, dove a passare saranno le prime 2 di ognuno, che si qualificheranno ai sedicesimi, per poi proseguire ad eliminazione diretta fino alla finale.

Questa riforma, porterà grandi vantaggi soprattutto per continenti come Africa e Asia, che potranno far partecipare circa 4 nazionali in più rispetto alle edizioni precedenti. A giovarne sarà anche l’America, in particolar modo quella del Nord con 3 posti in più, mentre il Sudamerica avrà un incremento di 2, proprio come l’Europa. Non sono mancate le critiche, in particolar modo dalla Germania, che ritiene il format vigente molto valido e inutile il suo cambiamento.

Avremo, a partire dal 2026, una Coppa del mondo che porterà, oltre che sostanziali vantaggi economici, più squadre, più continenti protagonisti, non più solo Europa e America del Sud, e uno spettacolo ancora maggiore. Un Mondiale che più “mondiale” non si può.

Di Alessio Silva