Immobile all’ultimo respiro, è 1-0 all’Olimpico

Diverse le occasioni sprecate dai biancocelesti, tra cui il rigore di Biglia che si stampa sulla traversa. All’ultimo minuto ci pensa Ciro Immobile ad impacchettare il regalo per il 117esimo compleanno della Lazio.

Roma – Si chiude il girone d’andata per i biancocelesti affrontando il Crotone di Nicola. Sembra una gara semplice per i ragazzi di Inzaghi che scendono in campo con il consueto 4-3-3, con le grandi assenze per squalifica di Lulic e Anderson e di Keita partito per la coppa d’Africa. Rispondono a specchio i calabresi con Festa tra i pali, al posto dello squalificato Cordaz, Sampirisi preferito a Rosi sulla destra e Stoian che rileva Palladino sulla sinistra d’attacco.

Le formazioni

Lazio (4-3-3): Marchetti; Basta, de Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Biglia (Cataldi 36′ st), Milinkovic-Savic; Lombardi (Kishna 32′ st), Immobile, Luis Alberto (Rossi 36′ st). A disposizione: Strakosha, Vargic, Wallace, Partic, Bastos, Leitner, Prce. All. Inzaghi

Crotone (4-3-3): Festa; Sampirisi, Ceccherini, Ferrari, Martella (Nwankwo 47′ st); Rohden, Crisetig, Barberis; Stoian (Palladino 6′ st), Falcinelli, Trotta (Rosi 36′ st). A disposizione: Salzano, Nalini, Capezzi, Viscovo, Suljic, Cojocaru, Dussenne, Gnahore. All. Nicola

Primo tempo – Fischio d’inizio, per il primo quarto d’ora nulla di interessante, le squadre si studiano. Al 16′ arriva dai piedi di Luis Alberto, alla sua prima da titolare, una bella palla per il giovane Lombardi che con un destro in allungo infila il pallone alle spalle di Festa. Tutto fermo. Al momento del cross si trovava in posizione di fuorigioco. Continua ad attaccare la Lazio, che ci riprova al 23′, chance per Immobile che si fa deviare il tiro da Festa. Arriva al 30′ la probabile svolta della partita. Stoian atterra Lombardi, per l’arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Biglia che sciupa il possibile vantaggio tirando sulla traversa. Un minuto dopo è ancora Festa protagonista che si oppone al tiro di Parolo. Al 36′ arriva la prima grande occasione per il Crotone, palla tra i piedi di Falcinelli che tira a botta sicura ma trova un ottimo Marchetti. Tre minuti più tardi ci prova ancora Parolo ma il solito Festa vola e devia il calcio d’angolo. La Lazio alza il ritmo ma si infrange contro il muro calabrese.

Secondo tempo – In avvio di ripresa, Nicola sostituisce Stoian, al suo posto entra Palladino. La Lazio riprende il secondo tempo come aveva terminato il primo. Squadra in avanti e al 13′ ci prova da calcio d’angolo con de Vrij che sfiora la traversa con un colpo di testa. Al 24′ il Crotone riparte in contropiede con Rohden che viene fermato solo dalla bandierina del guardalinee. Si rimane sempre sullo 0-0. Inzaghi prova a dare una scossa alla squadra con l’ingresso in campo di Kishna al posto di Lombardi. Lazio frenetica e imprecisa in fase d’impostazione. Nicola si copre inserendo Rosi al posto di Trotta. Alla mezz’ora della ripresa Inzaghi fa un doppio cambio, dentro Cataldi e Rossi, debutto in serie A, fuori Biglia e Luis Alberto. Al 40′ ci prova ancora Immobile con un gran destro che impegna il fin qui insuperabile Festa. Appuntamento con il gol rimandato di soli cinque minuti, quando sempre Immobile raccoglie un retropassaggio di Martella troppo corto e da solo davanti a Festa segna il gol dell’1-0, interrompendo il digiuno che durava da sette partite. Nei 5′ di recupero è il Crotone a gettarsi in avanti ma senza impensierire Marchetti. Finisce 1-0 per i biancocelesti che festeggiano così il compleanno del club capitolino. Per il Crotone invece solo una beffa atroce che li spinge sempre più a fondo della classifica.