Roma, uomo aggredito brutalmente per cento euro, arrestati i due aggressori

A Roma in zona Monteverde un uomo di 36 anni è stato aggredito nei pressi della sua abitazione. La vittima è stata ferita con colpi di spranga e di mazza, oltre che con numerosi pugni. Il tutto per una questione di 100 euro. Gli aggressori sono stati identificati come due uomini, di 22 e 30 anni, di nazionalità albanese. Dopo altri accertamenti della Polizia del commissariato della zona sembrerebbe essercene anche un terzo, che le autorità stanno attualmente cercando.

L’aggressione è stata raccontata agli agenti dalla vittima stessa, ricoverata all’ospedale San Camillo. L’indagine è partita dopo che le autorità hanno esaminato il referto medico dell’uomo aggredito. Il pretesto sarebbe stato 100 euro che i due albanesi, J.E. e N.A., due “pusher” di fiducia della stessa vittima, avrebbero sottratto al trentaseienne qualche giorno prima di natale. Quello che inizialmente doveva essere un chiarimento è finito per diventare un pestaggio nei confronti di un uomo che nulla ha potuto contro i tre malviventi.

Dopo alcuni appostamenti degli agenti nei luoghi in cui i “pusher” erano soliti vendere cocaina, due di questi sono stati fermati qualche giorno dopo, più precisamente in via Oderisi da Gubbio, zona limitrofa al luogo dell’aggressione. Il tutto grazie alle descrizioni fornite dalla vittima agli investigatori del commissariato diretto dalla dottoressa Chiaramonte. Nell’auto dei due albanesi è stato poi ritrovato un bastone che con molta probabilità è stato utilizzato per colpire la vittima.

Sono entrambi stati fermati con l’accusa di tentato omicidio, mentre si cerca ancora il terzo uomo protagonista di questo grave atto di violenza.

di Paride Roncaglia