Ritrovato il ragazzo italiano scomparso a Barcellona

 

 

“La fine di un incubo.”
Cosí commentano gli amici del diciannovenne Andrea Freccero scomparso la notte tra il 30 e 31 dicembre dopo il suo ritrovamento.
Il giovane di Albisola Superiore (Savona) è infatti stato rintracciato in un ospedale di Barcellona dove era stato soccorso dopo una presunta aggressione.

 

Stava partecipando insieme ad altri 300 ragazzi ad un viaggio organizzato da Scuolazoo iniziato il 28 dicembre.
Dopo un apericena con il gruppo si erano spostati nella discoteca Catwalk.
All’entrata al ragazzo della Mazzini-Pancaldo era stato negato l’ingresso a causa del suo abbigliamento, felpa e pantaloncini da surf, ritenuto non consono.
Si è così separato dal gruppo e da quel momento si sono perse le tracce.

 

La famiglia non ricevendo sue notizie ha diffuso foto e informazioni sul diciannovenne tramite facebook prima di recarsi personalmente in Spagna per le ricerche.
Grazie all’appello il ragazzo è stato riconosciuto dalla proprietaria di un ristorante di Barcellona.
La signora riferisce al sito savonese Ivg.it che i suoi camerieri avevano visto Andrea Freccero la sera prima in stato confusionale e da solo nei pressi della pista di pattinaggio Hospitalet De Llobregat.

 

 

 

Questo il post con cui Luca il fratello ha rassicurato amici e parenti della conclusione di quella che poteva non essere una storia a lieto fine.