Meningite, morto 50enne ricoverato a Roma

Ancora casi di meningite in Italia. Solo negli ultimi due giorni sono state ricoverate tre persone in Toscana, una a Genova ed una a Sulmona. L’ultimo caso è stato registrato a Roma: un 50enne originario di Alatri (Frosinone) è  morto di meningite al policlinico Umberto I di Roma. L’uomo era stato ricoverato in grave condizioni, affetto da meningite pneumococco, una forma contagiosa ed era stato trasferito d’urgenza dall’ospedale di Alatri. Il direttore del Dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto superiore di sanità (Iss) Gianni Rezza, ricordando come ogni anno nel nostro Paese si registrino in media circa 1.000 casi di infezione da meningite, ribadisce l’importanza della vaccinazione come unica arma per prevenire o attenuare le conseguenze della malattia. Non meno importante è la schermitrice italiana, campionessa para olimpica e mondiale Beatrice Vio, detta Bebe, colpita da una meningite fulminante che le causò un’estesa infezione, con annessa necrosi ad avambracci e gambe di cui si rese necessaria l’amputazione. Diventata un’icona per molti giovani, invita tutti ad informarsi sull’utilità della vaccinazione e sui vantaggi e possibili  rischi a cui si potrebbe andare incontro.