Bomba Firenze, indagini per tentato omicidio

Al momento è questa l’unica ipotesi di reato nel fascicolo aperto dopo l’esplosione dell’ordigno sistemato davanti alla libreria “Il Bargello”

Firenze – Vanno avanti le indagini sull’esplosione della bomba avvenuta ieri mattina in via Leonardo Da Vinci davanti alla libreria “Il Bargello”, dove un artificiere nell’esplosione ha perso una mano e si è ferito ad un occhio.

Nel pomeriggio dovrebbe arrivare anche un’informativa della Digos che ha effettuato una decina di perquisizioni, sia a Firenze sia in altre province, nelle abitazioni di alcuni anarchici della città e militanti dei movimenti antagonisti. Al vaglio degli investigatori anche il materiale video relativo alle immagini riprese dalle telecamere a circuito chiuso presenti nella zona, per cercare di dare un volto a coloro che hanno posizionato l’ordigno esploso davanti alla libreria.

Stamani il ministro dell’Interno, Marco Minniti, e il capo della polizia Franco Gabrielli, sono andati al Cto di Careggi per far visita all’artificiere ferito. Minniti e Gabrielli hanno incontrato la famiglia del poliziotto, portando la vicinanza e la solidarietà dello Stato e delle istituzioni.