Tragedia a Conversano, 11enne muore intossicata

Conversano (Bari) – Ieri – 30 dicembre – è morta a Conversano, piccolo borgo della provincia di Bari, una ragazzina di 11 anni nata a Castellana Grotte ma figlia di una coppia bulgara. Viveva  assieme ai genitori, una casalinga ed un bracciante agricolo, e ai due fratelli nella struttura recettiva del castello Marchione.

A dare origine alla tragedia, sarebbe stato – secondo la perizia – il cortocircuito di un televisore lasciato acceso durante la notte che si sarebbe surriscaldato troppo. Un principio di incendio. La ragazzina soffocata dalle esalazioni di monossido di carbonio. A trovarla, la mattina dopo, è stata la mamma.

A pochi giorni dal suo 12esimo compleanno, la bimba in fin di vita è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale San Giacomo di Monopoli, cittadina poco distante. Ma né la velocità, né le mani dei medici hanno potuto fare nulla: il suo cuoricino ha smesso poco dopo di battere.

Intossicati, ma in maniera lieve, anche la mamma e i due fratelli più grandi, salvati dell’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Putignano. Ancora aperte le indagini dei carabinieri.