Tensione alle stelle fra Usa e Russia

Si fa sempre più complicato il rapporto fra le due superpotenze Usa e Russia, specialmente dopo la decisione di Barack Obama di espellere 35 funzionari Russi accusati di aver operato delle azioni di hackeraggio durante le elezioni presidenziali dello scorso 8 novembre.Naturalmente la risposta del Cremlino non si è fatta attendere ribadendo la loro totale estraneità ai fatti e che reagiranno di conseguenza alle decisioni prese da Obama.Infatti il ministro degli Esteri Russo Sergei Lavrov ha proposto al presidente Russo Vladimir Putin di espellere 35 diplomatici Americani -31 a Mosca e 4 San Pietroburgo.Tra le contromosse che la Russia sta valutando,  c’è anche la possibilità di vietare agli Usa l’uso di due «strutture» concesse a diplomatici e funzionari americani.Viene invece smentita da fonti interne Russe la notizia che si era diffusa della chiusura della scuola anglo-americana.Nel frattempo il primo ministro Russo commenta su twitter cosi:”È un peccato che l’amministrazione Obama, che ha iniziato il suo mandato con il ripristino della cooperazione con la Russia si stia concludendo con un’agonia anti-russa. RIP”. Immediata anche la risposta del nuovo presidente degli Usa Donald Trump:”Nell’ interesse del nostro Paese e del suo grande popolo, la prossima settimana incontrerò i leader della comunità dell’intelligence russa per essere aggiornato sui fatti di questa situazione”