Calciomercato, per Rincón alla Juventus manca solo l’ufficialità

Si è materializzato, in questi ultimi giorni, quello che si può definire l’ennesimo caso di “scippo” nel calciomercato. La Juventus ha messo la freccia alla Roma nella corsa che porta al centrocampista del Genoa, Tomás Rincón. Il sorpasso è stato possibile in quanto la società capitolina non dispone di un budget elevato per la sessione invernale di mercato. Si è preferito, in casa giallorossa, non partecipare ad alcuna asta per assicurarsi le prestazioni del giocatore. Il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, di fatto aveva intuito delinearsi l’affare in questi ultimi giorni dell’anno e ha preferito alzare le quotazioni del suo tesserato. Il venezuelano è il profilo ideale chiesto dall’allenatore dei bianconeri Massimiliano Allegri. Grande fisicità, robustezza e resistenza possono sopperire a centrocampo le partenze di Asamoah e Lemina,  impegnati per la Coppa d’Africa 2017. L’affare prevede l’arrivo del nuovo acquisto in prestito oneroso con obbligo di riscatto a 7 milioni di euro, per un totale di 9. Il 28enne dovrebbe cominciare gli allenamenti con la nuova squadra già nei primi giorni di gennaio. In giornata invece, con tutta probabilità, si andranno a effettuare le visite mediche.

La Roma dunque, si trova costretta a cambiare i suoi piani. Per il centrocampo, il diesse Massara è già al lavoro per trovare sostituti. Piacciono Lucas Torreira della Sampdoria e Badelj della Fiorentina. Più complicato il ritorno di Pellegrini dal prestito al Sassuolo. Per quanto riguarda il fronte offensivo, i nomi caldi restano Depay del Manchester United e El Ghazi dell’Ajax. I soldi necessari per le operazioni di gennaio dovrebbero arrivare dalla cessione di Iago Falque, a titolo definitivo, al Torino. Un’asse, quello tra la Roma e i granata, che potrebbe intensificarsi con Iturbe. L’attaccante, che non ha mai sfondato nella capitale, cerca riscatto altrove. Si caratterizza un fine anno movimentato per la dirigenza giallorossa che dovrà rimediare a colmare il gap con la Juventus. Distanza che, con lo “smacco” Rincón, e con la realtà che mostra la classifica, sembra essere maggiore.