Roma, salta il tradizionale concerto di Capodanno

Salta il tradizionale concerto per la notte di San Silvestro,che si sarebbe dovuto svolgere al Circo Massimo.Tutti i vari problemi che negli ultimi giorni hanno coinvolto la giunta 5 stelle capitanata da Virginia Raggi sembrano aver fatto fare un passo indietro a quanti volevano investire sul concerto di fine anno.Infatti l’azienda che si è aggiudicata il bando,avrebbe scelto di ritirarsi dall’organizzazione dell’evento.La giunta di Virginia Raggi ha fatto sapere che stanno provando a trovare una soluzione “last minute” per permettere ai romani di svolgere il classico brindisi di mezzanotte.Come da copione non sono mancate le numerose critiche rivolte alla sindaca e alla sua giunta,particolarmente ironico il sindaco di firenze Dario Nardella che non si lascia sfuggire l’occasione e twitta:”: “Amici miei, se non avete il concertone di #Capodanno in città non c’è problema… Vi aspettiamo tutti a Firenze con mengonimarco”.
Inoltre il capodanno a Roma rischia di svolgersi nel massimo silenzio ,sia per la mancanza del concerto ma anche per l’ordinanza firmata dalla sindaca in cui è proibito, dal 29 dicembre alla mezzanotte del 1 gennaio, l’uso di fuochi d’artificio e petardi.”E’ divieto assoluto – si legge nell’ordinanza – di usare materiale esplodente, utilizzare fuochi artificiali, petardi, botti, razzi”.
Per gli eventuali trasgressori sono previste sanzioni che vanno dai 25 ai 500 euro.

ANDREA DEL PELO