Torna Albus Silente giovane e gay nel secondo film di “Animali Fantastici e dove trovarli”, la nuova saga di J.K.Rowling

Il 17 novembre è uscito in tutti i cinema italiani “Animali Fantastici e come trovarli”, la nuova creazione di J.K Rowling diluita in cinque appuntamenti. Il film, per chi non l’avesse visto, racconta il mondo magico prima di Harry Potter, sullo sfondo della New York del 1926, e si concentra sulla storia del magizoologo Newt Scamander, interpretato da Eddie Redmayne (Lily di Danish Girl per intenderci), alle prese con strani animali e con la novità della magia.
La storia di Newt, però, non sembra essere l’unica ad essere presa in considerazione: secondo alcune dichiarazioni, infatti, sembra che dal secondo film della nuova saga comparirà anche Albus Silente, da sempre uno dei personaggi più amati di Harry Potter. A confermarlo è stato lo stesso regista David Yates , che ha anche aggiunto che il futuro preside di Hogwarts verrà presentato come un giovane tormentato e insicuro, un ragazzo che ancora non è il saggio mentore che diventerà.
Era il 20 ottobre 2007 quando J. K. Rowling, in occasione del tour promozionale del suo ultimo libro della saga “I doni della morte”, rivelò che «Silente è gay». Dopo quell’incontro la notizia girò a lungo tra i fan e destò non poche polemiche. Persino su Twitter una ragazza le scrisse “Perché hai detto che Silente è gay? Io non riesco a vederlo in quel modo”, e la risposta arrivò dall’autrice stessa “Forse perché le persone gay hanno semplicemente l’aspetto di… persone?”.
Ora, la Rowling sembra voler mantenere la sua linea: Albus Silente (che nella versione anglosassone si chiama Dumbledore), è gay, « Non è sicuramente una novità per me che un uomo coraggioso e brillante possa amare altri uomini. E’ il mio personaggio. E’ quello che è e ho il diritto di dire quello che dico su di lui», ha confessato in una recente intervista.
Silente non solo omosessuale, ma anche innamorato. Durante la sua adolescenza, infatti, perde la testa per Gellert Grindewald, il suo migliore amico che però si schiera dalla parte dei cattivi.
Il nome di Grindewald non è nuovo: compare per la prima volta in “Harry Potter e la pietra filosofale”, primo libro della serie, dato che sulla figurina delle Ciccorane di Albus Silente è scritto che nel 1945 ha sconfitto Gellert Grindelwald. Un piccolo dettaglio che, nella nuova saga, diventa la base per una grande e tormentata storia d’amore. «L’innamoramento di Dumbledore fu perciò una grande tragedia. Quando ci si innamora si può diventare ciechi.», specifica l’autrice.
Ora, il primo grande problema riguarda quello dell’attore: Silente, in Harry Potter, era interpretato da Michael Gambon, ma dal momento che il nuovo libro è ambientato 70 anni prima a Parigi si sta cercando un attore più giovane e i casting sono ancora aperti. Il ruolo di Grindelwald, invece, è già stato assegnato e sarà interpretato dall’immenso Johnny Depp.
Il secondo problema riguarda invece le critiche dei fan più accaniti: “La signora ha finito i soldi e ora cerca pubblicità”, “Silente gay? Tutta colpa della bacchetta”, sono solo alcuni dei commenti che impazzano sul Web.
La risposta della Rowling però è stata chiara «Non vedo il motivo di cambiare idea, d’altronde i miei libri hanno sempre invitato alla tolleranza e al rispetto delle diversità».
La curiosità è tanta, soprattutto dopo i molti incassi del primo film di questa nuova saga.
Il fatto che, però, tale storia sia presente all’interno di un film fantasy la dice lunga: d’altronde tutte le forme di amore hanno dentro di sé sempre un po’ di magia.

Francesco Pieri